il più bel sito di…

…piccole grandi recensioni per malati di strumentite:

http://www.astroinfo.it/

Grazie Pilolli!

Kapp

Annunci

FAME CHIMICA

In sti giorni sento il risveglio della primavera. Alle 7:30 bicchiere di latte, 4 biscotti, tazzina di caffè. Alle 8:30 caffè e briosche. Alle 10:00 panino con la marmellata di mammà. Alle 11:00 banana. Alle 13:00 pranzo (di solito primo o panino). Entro le 14:00 un piccolo dolce. Alle 19:00 spuntino in attesa della cena. Alle 21:00 abbondante cena. Alle 23:00 pezzetto di cioccolato. E meno male che sono a dieta…

mogano

Intanto stamattina ho dato la prima mano di vernice alla base del dobson, scoprendo che ho una vernice mogano…pensavo che fosse un antiumidità incolore e invece… vabbèh, vorrà dire che carteggerò la secondary cage noce antico per farla anche quella mogano.

Nottata a Brallo

Ieri sera io, tommy e il Mabuni ci siamo diretti verso il brallo per un’osservazione che mi rimarrà nel cuore per parecchio tempo.Lì al brallo abbiamo trovato Vittorino sotto er cupolone che bigourdava un intruglio di fili fili, cavi, montature e telescopi: vi giuro che non ci capivo niente!
Serata particolare perchè è stato il bagno di luce, l’inaugurazione del mio caro dobbolone auto costruito.
La prima impressione è che lo consideravo molto più pesante, Invece lo metto e tolgo dalla macchina veramente velocemente.Scaricato dalla macchina, il marchingegno si monta in 3 minuti. Ho dato una scorsa veloce alla collimazione che mi sembrava decente, a quel punto ci siamo tufffati nel cielo.
La particolarità del brallo a mio parere è l’orizzonte, quasi sgombro in tutte le direzioni.Appena scesi dalla macchina la volta stellata ci ha avvolto e ammalliato. Sembrava di stare sotto una volta con tanti buchini da dove passava la luce, ma più maestoso. La bellezza del cielo stellato ad occhio nudo, di un bel cielo stellato, eleva l’animo umano su vette di incalcolabile nobilità.
Ma abbandoniamo le digressioni filosofico meditative, create per altro dal buonissimo thè al gelsomino di stamattina e andiamo avanti.
Lo sciuur Vittorino mi ha fatto provare l’ebrezza di una misura con lo scatolotto quasi Misuratore, che segnava 21.21 con 7°, mentre una dolce brezza accarezzava i nostri visi rivolti all’insù.
Abbiamo iniziato ad osservare alle 22:15 e abbiamo finito alle 24:15. Due ore spaccate perchè siamo uomini d’onore e vogliamo essere precisi!
M65 – M66 – ngc3628: la prima era una bella pallina, la seconda mostrava grossi segni di irregolarità nell’alone, la terza era la più bella, anche se leggermente diafana.
ngc3384 – ngc3389 – M105 – M95 – M96: osti che belle! Le ha puntate tommy perchè divento matto, non le trovo mai. Onestamente non mi ricordo cosa ho visto di queste galassie. Anzi, una cosa la ricordo: il tripletto stava tutto insieme nel 22mm, andando a passeggio con il telescopio poi si beccavano le altre due. Da approfondire
ngc2903: eheheh, gli altri due non la conoscevano e ci son rimasti! Molto bella, mostrava diverse irregolarità nell’alone che ricordavano braccia.
M3: i ragazzi non stavano più nella pelle e abbiamo puntato un oggetto luminoso: ecco quindi il globularone. Il vento non permetteva di risolverlo benissimo, però la sua luminosità mi ha davvero fatto bene sperare sul fatto che lo specchio non sia poi così sporco!!
M100: trovata per sbaglio è stata una piacevole sopresa, non ricordavo di averla osservata se non con un 80ino. Purtroppo stamane non ricordo bene i dettagli e rischierei di raccontare una fotografia.
Markarian Chain: nell’ST80 si vedevano: ngc4402, M84, M86, ngc 4387, ngc4425, poi mi son perso. MI sono risalito tutta la catena e le galassie erano davvero tante. L’occasione della serata era osservare. Molte cose che abbiamo osservato sono state all’avventura: senza la cartina, puntata una galassia si andava in giro ad osservare cosa c’era intorno.
ngc4565: eh, sempre bella la sorella della 891. Le galassie di taglio sono sempre bellissime, ma la più bella è…ngc4631: enorme! tagliava in due il 22mm, se lo prendeva tutto. Non vi dico cosa ricorda questa bella galassietta, eheheh!

M104: netta la linea nera che la taglia in due, si vedeva anche la parte sotto il sombrero.
M51: la galassia vortice mostrava le sue braccia un po’ sbiadite, forse a causa del vento e di un lieve liìuminosità che si avvertiva a nord-est.
Gli altri oggetti ora non me li ricordo più. Radio popolare ha un telefono aperto sulla guerra in Libia e ancora una volta la stressante attualità ha avuto la meglio sulla poesia  del cielo stellato.
Valutazione dobbolone:movimenti: 7 molto fluidi e senza scatto inizialepraticità: 8 in tre minuti monto, in tre minuti smontoottica: 6 non rende ancora benissimo a causa di un astigmatismo che sarà dura togliere, bisognerà cambiare la cella del primario.Volume: 5: speravo occupasse molto meno posto in auto, speravo di poter portare due passeggeri con il dobbolone, invece si sta solo in due e senza telescopio aggiuntivo.

A presto aggiornamenti sulla serata che spero ritornino alla mente!
Kappotto

Le fondazioni di Asimov e la forza della Storia

Il recente disastro nucleare in giappone e il conseguente dibattito sul nucleare mi ha fatto tornare alla mente il bellissimo ciclo di libri di Asimov, quelle delle fondazioni.

Il mondo delle fondazioni è permeato da una specie di forza del destino, di karma. Qualunque cosa succeda, qualunque impegno promosso da qualsivoglia politico o gruppo di persone, deve piegarsi alle predizioni della psicostoria. Addirittura l’essere che riesce a sconvolgere tutti gli equilibri, il Mulo, sembra essere un battito di ciglia, una semplice divagazione dal tema principale: l’affermazione della fondazione sull’impero.

E allora mi torna alla mente, come dicevo, il tema del nucleare, il tema energetico. Come sarà il futuro? Che tipo di energia ci sarà tra 100, 200 anni? Che materie prime ci saranno? Non ho la sfera magica in cui leggere il futuro, però secondo me bisogna essere bravi a leggere i segni che il karma, il destino, l”a psicostoria” ci manda.

Piano piano vedo l’affermarsi delle energie rinnovabili a scapito del nucleare e dei fossili. Le energie rinnovabili sono solo una divagazione? Oppure sono il futuro? Se sono una divagazione, per l’affermarsi del nucleare pulito, quanto durerà questa parentesi? Se sono invece il futuro, quanto durerà la parentesi nucleare? Le resistenze al karma verranno spazzate via o riusciranno a ritardare di molto il compiersi degli eventi?

Noi occidentali ci sentiamo i più civili, i più avanzati, i migliori. Sarà sempre così? Da quant’è che siamo così? quanto durerà questa supremazia? Da quanti anni c’è? E’ solo una parentesi? E quanto durerà la nostra parentesi?

riflessioni

Il disastro che sta avvenendo il giappone mi sta facendo disperare. Terremoto, tsunami e ora disastro nucleare. Quando potranno riprendersi?
Intanto in Libia Gheddafi ne fa di tutti i colori e la UE non sa decidersi manco sulla chiusura dello spazio aereo. Ma a che serve, solo alle banche?
E nel Barhein, in yemen, in tutta la zona nord africana – medioorientale ci sono moti di rivoluzione, di gente che non ne può più.
Insomma, da più parti vengo bombardato da notizie di disastri, calamità, rivoluzioni.

E poi leggo dei leghisti che escono dal consiglio regionale perchè c’è l’inno. E di berlusconi che sul caso Ruby dice che si difenderà in tv. E dell’ennesimo rimpasto di ministri. E del caso Yara. E penso che siamo messi davvero male se le questioni importanti in italia sono queste.

Meno male che c’è l’inter