Nexus 70, le primissime impressioni.

Iera sera ho passato una bella serata con Mr RpOptix, Pier per gli amici.
Sono stato al suo nuovo showroom, a calusco d’adda. Appena entrati, sulla sinistra si può ammirare tutto il catalogo dei binocoli astronomici: la nuova serie Wega HD, i celeberrimi Nexus, il ba6 che era venduto dalla defunta Astrotech. Tutti che fanno bella mostra di sè sui treppiedi vortex.
In una teca alle spalle dei binocoloni sono esposti i pregiati binocoli Vortex.
Nella serata abbiamo provato soprattutto il ba6 e il nexus 70ed. Il ba6 era sostenuto da una robusta forcella. Il Nexus l’ho provato su un treppiede fotografico con testa fluida della linea vortex. Devo dire che la leggerezza del piccolino permette davvero di usarlo bene anche con un treppiede abbastanza piccolo e leggero.
Nel confronto fra le ottiche del ba6 da 100mm e il nexus da 70mm, devo dire che la differenza della qualità di immagine è stata davvero forte. Il piccoletto non ha un briciolo di aberrazione cromatica ed ha un campo molto corretto. Il ba6 mostrava aloni violacei che a qualcuno farebbero storcere il naso. La meccanica: anche in questo aspetto devo dire che il cinesino se la cava egregiamente. Il blocco degli oculari è perfetto. Viene effettuato attravero una ghiera avvitabile che va a stringere una fascetta di metallo. Dunque molto simile ai più moderni blocchi dei focheggiatori. Per quanto riguarda la regolazione della distanza interpupillare, anche qui mi sembra che il sistema sia molto migliorato: è fluido e sembra molto robusto. Il ba6 per la regolazione interpupillare ha una vite. A prima vista sembrerebbe migliore questo sistema, che però pecca in fluidità e precisione, almeno da quel che ho potuto vedere.
Per ora il primo giudizio sul piccoletto di casa RpOptix è più che positivo. Nelle prossime sere approfondirò meglio il test.

Alla prossima,

Kapp

Annunci