Un Punch dalla Val Vigezzo, 11/05/2013

Sabato sera, io e il fido Yourockets siamo partiti alla volta della stupenda Val Vigezzo per incontrare King e andare ad osservare tutti insieme. Alla partenza, il cielo milanese minacciava tormenta, così siamo partiti in fretta con il sole dell’ovest negli occhi scappando dai tuoni e i lampi che si susseguivano numerosi dietro di noi.

L’autostrada per arrivare alla Val Vigezzo è particolarmente bella. Si costeggia la parte meridionale del Lago Maggiore, patria di grandi moderatori del forum, per poi seguire nella vallona creata dal fiume Toce. Uscendo dall’autostrada si segue una stretta insenatura nella quale si inerpica una stradina tutte curve che offre bellissimi scorci del torrente Melezzo.

Arrivati sul posto decidiamo insieme all’indigeno king di rimanere in Valle: la dolce brezza non permetterà alla foschia di posarsi e ci donerà buona trasparenza di cielo.

Ci sistemiamo così ad un centinaio di metri dalla baita reale. Mentre montiamo una simpatica falce lunare di un giorno ci saluta mentre tramonta dietro i monti. Bellissima visione nel binocolone 20×80.

Finito di montare ci accorgiamo come sia arrivata la primavera inoltrata: il cielo non è ancora del tutto buio e sono quasi le dieci!

Iniziamo il tour osservativo dalla gamma della chioma. A salire verso nord si incontrano tantissime galassiette più o meno belle, di sicuro tutte poco luminose!

ecco l’elenco:

ngc4448 di taglio, frastagliata, più gonfia al centro
ngc4375 fuso allungato, molto diafana
ngc4393 tonda, molto evanescente
ngc4408 puntiforme
ngc4475 a forma di unghiata, molto evanescente
ngc4559 galassiona di 3/4, 3 stelle a triangolo equilatero sovrapposte ad un polo
ic3592 puntiforme e diafana
ic3593 alone indefinito
ngc4495 molto evanescente, non si intuisce la forma
ngc4525 molto ampia, di 3/4
ngc4509 puntiforme
ngc4414 molto luminosa, nucleo più luminoso, alone disperso
ngc4359 di taglio, in proporzione 3×1
ngc4395 enorme ovale ma molto evanescente

Dopo un’oretta di osservazione di fermiamo a rifiatare, mentre yourockets impreca con la sua montatura.
Il king ci fa notare che la cometona di aprile è ancora abbondantemente fisibile nel cefeo, perciò punta e osserviamo due code poste a circa 150° con un nucleo più luminoso. mentre osserviamo la cometa un bellissimo bolide ci passa verso la testa. Attraversa il cielo dall’auriga al leone minore, coprendo circa 60° di cielo. Bellissimo!

A quel punto ci ingolosiamo e iniziamo a puntare un po’ di classici, stufi delle “faintfuzzies”.
King ha il pallino del getto di M87, mannaggia al forum, e decide che assolutamente bisogna puntarla. La puntiamo, ingrandiamo per benino fin circa a 400x ma niente, io non vedo niente. Mentre king osserva, strani movimenti di panza iniziano a disturbarmi, sarà stata la pasta e fagioli di mezzogiorno? Fatto che mentre king sta per rinunciare il sottoscritto emette un lungo e sibilante peto che aggiusta momentaneamente il seeing. King urla: “si è visto, per un attimo si è visto”. Poi la puzza gli ha spiegato perchè… potenza della natura!

Ma non approfondiamo troppo… Continuiamo ad osservare, però utilizzando la torretta denk2. Io e king abbiamo in pratica gli stessi oculari, perciò iniziamo ad armeggiare provando tutte le combinazioni mettendoci d’accordo che, essendo io di sinistra e lui di destra, di volta in volta il mio oculare sarà il sinistro, il suo il destro. Può essere la prova definitiva che in politica ci si può mettere d’accordo anche con opinioni diverse?

Con denk + i panoptic da 24mm puntiamo M51, in quel momento vicino allo zenit. L’immagine è sicuramente scura, ma il contrasto davvero elevato. I due bracci sono proprio netti e disegnati, più che in momoculare. Puntiamo poi M57, ma è ancora bassa e non rende.

Il Re nordico dei globulari è bello alto, decidiamo di puntarlo. La tridimensionalità della visione binoculare è unica, non ha niente a che vedere con la piattezza di polifemo. Si vede molto luminosa anche ngc6207, proprio lì di fianco. E proprio in mezzo alla galassia e al globulare c’è una simpatica galassietta : IC 4617. Si trova a ovest di un parallelogramma di stelle di circa 14ma magnitudine. La galassia è di 15.2. E’ un alone indistinto, non si capisce la forma ma si nota che c’è.

Si è fatto tardi, siamo un po’ infreddoliti più dalla stanchezza che dal freddo, così decidiamo di andare in paese a farci un Punch al mandarino. Buono, caldo. Torniamo alla piazzola osservativa un po’ stanchi, così decidiamo di ripartire per tornare a casa. Il viaggio con yourockets sarà tranquillo. Parliamo di filosofia, di musica e di donne, mentre il triangolo estivo ci accompagna sulla strada innalzandosi allo zenit.

Bella nottata, non lunga ma intensa di oggetti nuovi, oggetti vecchi ma sempre belli, in compagnia di vecchi amici.

kapp