Ebbene sì, il pargoletto è tornato all’ovile. Quale miglior campo di confronto di questo Marte così brillante?

Così a mezzanotte di venerdì 18 ho puntato il pianeta rosso con il newton skywatcher da 10″ sulla mia vecchia eq6.

Il seeing stimato è stato III con punte di II su scala antoniadi. Trasparenza buona, ogni tanto delle nuvolette passavano davanti al pianeta rendendolo meno luminoso.

Per la prova non ho utilizzato filtri.

Il pianeta presentava la Syrtis Mayor quasi in meridiano, con la prosecuzione in Sinus Sabaeus. Sotto di questo spiccava luminosa la Deucalionis regio che lo divideva da Pandorae. Sotto la Syrtis, Hellas era luminosissima! La calotta polare nord era abbastanza visibile, ma molto ridotta. C’erano delle nuvole sui bordi est e ovest del pianeta. 

La prima differenza che salta all’occhio tra i due oculari è la trasparenza delle lenti: nel delos il pianeta è molto più luminoso, se da un lato questa luminosità per essere ridotta necessiterebbe di un ingrandimento maggiore, devo dire però che rende meglio sui dettagli chiari, che risultano meglio risolti. Un esempio è una piccola formazione nuvolosa che nel delos si vede molto chiaramente di fianco alla Syrtis Mayor. La stessa nuvoletta, nel naglerino non si vede a 6mm, ma solo ingrandendo. Il fenomeno è un po’ strano: ingrandendo si riduce la luminosità diminuisce, ma si risolvono meglio i dettagli. Il grande pregio del naglerino è appunto questo: click e zoomo, senza stare a sfilare l’oculare, prender la barlow ecc. Per quanto riguarda i dettagli scuri i due oculari si equivalgono. Presumo che con l’uso di filtri scuri sia preferibile il delos, stante la maggior trasparenza, ma la cosa è da verificare.

Un secondo confronto è stato tra il naglerino a 3mm contro il delos + la barlow televue 2x. Nonostane l’ottima ottica della barlow, mi è parso che il dettaglio e la facilità di messa a fuoco sia meglio nel naglerino. C’è anche da dire che, avendo gli ingrandimenti parafocali, zoomare è facilissimo senza rimettere a fuoco. Nel delos invece, per aggiungere la barlow, bisogna necessariamente ritrovare il fuoco che, a elevati ingrandimenti e su un telescopio veloce come il mio newton, è tutt’altro che semplice.

Fine primo round, speriamo di ripeterci stasera!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...