Ho radicalmente cambiato il set-up osservativo dal balcone di casa un po’ troppe volte. Da un ingombrantissimo newton 10″, al piccolo etx125 fino al bellissimo vixen 102m.

Ora ho avuto l’opportunità di un telescopio “serio”. Così, ho venduto tutto e ho comprato il tanto agoniato vixen VMC200L.

Che telescopio è?

Innanzitutto si può partire dal particolarissimo schema ottico.  Trattatisi di un Cassegrain modificato. Primario e secondario sferici. Il secondario non ha però la lastra corretrice, ma bensì un correttore ottico posto davanti:

il particolare schema ottico
il particolare schema ottico

La focheggiatura non avviene tramite traslazione del primario, ma attraverso un focheggiatore a cremagliera esterno. Purtroppo, nell’esemplare in mio possesso, il focheggiatore non è il non plus ultra della fluidità. Focheggiando si ha qualche punto più duro e non sempre, durante la messa a fuoco viene rispettata l’ortogonalità del sight tube. Poco male, con un’oretta di lavoro sulle brugole antistanti il corpo del focheggiatore e sulle viti che spingono sulla vite senza fine della cremagliera, ho trovato un compromesso decente.

Unico nel suo genere, il fatto che la collimazione avvenga su tutti e tre i punti critici: focheggiatore, secondario e primario. Li ho elencati in questo modo in quanto vanno collimati in questa successione. Penso di aver raggiunto una buona collimazione. A 666x la stella sfuocata in intra focale è perfetta, quella in extra è leggermente asimmettrica. Devo capire se dipende dalla prolunga che ho applicato prima del diagonale, anche se penso di dover ridare una ritoccata alla collimazione del foch.

Perchè la prolunga? Perchè questo telescopio ha un fuoco davvero esterno. Con il diagonale baader t2, per andare a fuoco devo estrarre tutto il focheggiatore, con evidenti problemi di tenuta con accessori di peso quali le torrette binoculari. Con una prolunga non si ha bisogna di estrarre totalmente il sjght tube del focheggiatore. La prolunga per ora sono gli anelli degli oculari baader hyperion, applicati al diagonale. Questi anelli non mi hanno fatto mai penare, quindi son convinto che il problema sia altrove.

Per ora ho osservato solo il sole con un filtro solare a tutta apertura:

vmc al sole

Il seeing diurno non regge i 20cm di apertura, dunque dovrò fare un diaframma eccentrico di 8cm, in modo da godere delle macchie senza lo sfarfallio dell’atmosfera.

Ho osservato anche qualche doppia, divertendomi non poco:

doppie

Per ora doppie strette strette non è ho provate, ma ho pronta una lista di doppie test che ho mandato anche ad altri astrofili con strumenti di diametro simile.

Spero poi che il meteo mattutino migliori. L’intenzione sarebbe quella di svegliarsi una mezzoretta prima per poter osservare e disegnare venere e giove, in modo da avere anche buone indicazioni sulla resa più puramente ad alta risoluzione.

A presto…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...