Marte del 04/02/2016

Stamattina all’alba lo spettacolo del cielo era grandioso. La luna, poco oltre il 3° quarto, formava un archetto con saturno e antares, sfoggiando una bellissima luce cinerea. In fondo a sud est una luminosissima venere splendeva tra i rami degli alberi come un diamante. A sud Marte sbarluccicava sopra i tetti, mentre in alto a sud ovest Giove dominava su tutti.

In questa scenografia surreale, teatrale, mi sono accinto a osserva il pianeta rosso.

Come detto il pianeta traballava parecchio, ma il dettaglio c’era. Purtroppo oltre i 230x in bino non si riusciva proprio a mettere a fuoco.
Il meridiano centrale è 170° circa, centrato dunque si Trivium Carontis, che non ho visto :D
A nord la calotta era ben delineata da una semicirconferenza scura. Subito a sud della calotta, propontis II dominava da un lembo all’altro. Verso P (precedente) ho visto una zona scura che saliva fin quasi all’equatore. Penso sia Propontis I.
A sud, il mare sirenum al tramonto e il mare sirenum all’alba, creavano tra di loro un incavo luminoso: zephira. A sud del mare cimmerum spiccava eridania.
Al centro del pianeta spiccavano le nubi su elysium, di forma angolare. Una nube all’alba era all’altezza di Nodus Alcyonus.

 

mars_2016_02_04_06_00

Marte del 01/02/2016

mars_2016_02_01_05_45

Osservazione molto difficile, a causa del seeing davvero pessimo e del diametro piccolo del pianeta. Qualcosa, a fatica è venuto fuori, come Elysium circa al centro, il mare cimmerium a sud e propontis II  nord.